Snow Dream Team 2013

image

Oggi è stato il mio ultimo giorno sulla neve. Durante l’inverno ho interpretato il manto bianco con diversi attrezzi: gli sci da fondo con Fabio, quelli con pelliccia prevalentemente da sola, e infine lo snowboard.

Snowboard con, in ordine di età, Mattia, Sofia, Nicolò e la new entry Ginevra.

All’inizio della stagione, dicembre, abbiamo cominciato la nostra avventura e a causa loro, o grazie a loro a seconda di come si vogliono vedere le cose, ho dovuto addomesticare l’idea che la neve fresca non solo era una presenza inevitabile, ma bisognava pure averci a che fare da vicino. Loro amano la Powder, io ho sempre odiato la Powder.

Per andare d’accordo, loro hanno fatto del loro meglio per pennellare i muri come piacciono a me, io mi sono infilata nei dannati boschi sperando ogni volta di uscirne indenne.

Abbiamo incominciato a divertirci e…

Verso fine stagione, un nuovo step: nella mia eterna ricerca di nuove sfide, ho finalmente aperto la mia mente alla possibilità d’imparare qualcosa di nuovo, ho timidamente bussato alla porta del freestyle. E i miei prodi mi hanno accompagnata nella missione. Così, una pista dopo l’altra abbiamo iniziato l’approccio al jibbing, che in un primo momento si è tradotto in goffe interpretazioni di qualcosa che non aveva capito nessuno.

Ma poi, giorno dopo giorno, aiutati da sessioni sulla gomma (in cui mettevamo le tavole sul pavimento della funivia per sperimentare i limiti dell’equilibrio) i nostri cervelli hanno dato il giro e da un momento all’altro abbiamo iniziato a produrre qualcosa di decoroso.

Sono molto fiera di loro.

Abbiamo completato il nostro percorso con un tocco di creatività. Negli ultimi giorni insieme, visto che con il jibbing eravamo a buon punto, ho insegnato loro a disegnare la Pantera Rosa e Snoopy, attività alla quale ci dedicavamo nelle risalite con gli impianti. Loro poi perfezionavano l’apprendimento a casa, durante o in sostituzione dei compiti….

Cosa posso dire? Bè, che ho passato una stagione super divertente e davvero ricca di soddisfazioni. Abbiamo fatto tutti grandi progressi ma soprattutto, abbiamo vissuto delle belle giornate insieme.

Giornate che mi mancheranno.

Adesso Mattia, Sofia, Nicolò e Ginevra torneranno a casa per finire l’anno scolastico mentre io dovrò tornare sui sentieri e prepararmi ad altre grandi avventure.

Pensandoci bene, non so chi è messo peggio…

Nelle foto, in quelle da manuale potete conoscere il team al completo, nelle altre abbiamo scelto di presentare una situazione più reale (e abbastanza consueta): team femminile preciso, Nicolò e Mattia che disegnano pantere sulle tavole mentre litigano per chi deve tenere il pennarello.

CIAOOOO!!!!

foto6 image5 image4 image3 image2 image1

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...